È stata un’innovativa stazione per autobus a lunga percorrenza a far vincere all’azienda tedesca Temme // Obermeier l’European Textile & Craft Award 2024 nella categoria Architettura Tessile – Silver.
Specializzata nelle costruzioni con membrane, questa ditta di Rosenheim fornisce ai propri clienti tutto il supporto necessario per risolvere ambiziose sfide progettuali e tecniche che richiedono una specifica comprensione dei materiali delle membrane stesse, grazie alle sue competenze che vanno dalla concezione del progetto al suo completamento.

La stazione protagonista si trova nella città di Brema, ed è costituita da una scenografica serie di ombrelloni a forma di imbuto tutti collegati fra loro, in modo da costituire una protezione ideale per gli automezzi e i passeggeri, con un effetto estetico molto particolare e gradevole.
Il progetto è stato realizzato dagli studi di architettura Knerer und Lang Architects e Atelier
Schmelzer Weber
. La versione originale prevedeva una struttura in PTFE (politetrafluoroetilene) puro, ma la scarsa disponibilità del materiale ha costretto a un ripensamento.  In collaborazione con Temme // Obermeier, è stato allora sviluppato un nuovo concetto, basato su un esame approfondito di tutti i materiali disponibili, e alla fine si è optato per un tessuto in PTFE/vetro.

Il fattore decisivo è stata la combinazione di durata e stabilità alla luce. Il tessuto utilizzato per il rivestimento è una cosiddetta plastica eterna, che è stata scelta per sottolineare il valore duraturo dell’opera. La percentuale di questo rivestimento è comunque estremamente ridotta rispetto al totale del materiale utilizzato.
Va sottolineato che per il tessuto c’erano determinate caratteristiche da rispettare, infatti, gli ombrelloni a forma di imbuto devono essere in grado di resistere ai requisiti statici della pianura della Germania settentrionale, e di reggere carichi di neve che normalmente si trovano solo sulle Alpi.
In questo progetto tessile, è stata prestata particolare attenzione ai dettagli delle parti inferiori degli ombrelloni, che hanno richiesto un layout elaborato e preciso. Soprattutto con il materiale PTFE/vetro, piuttosto rigido, si è trattato di una sfida particolare per via della grande quantità di piccoli pezzi che compongono l’installazione.
Tuttavia, si è riusciti a produrre, assemblare e consegnare gli ombrelloni senza pieghe o danni.

Questa stazione è diventata un vero highlight della città di Brema, e non solo durante il giorno, ma anche nelle ore serali, quando entra in funzione l’illuminazione a Led, che rende gli ombrelloni a imbuto particolarmente suggestivi.
Un progetto del genere farebbe bella figura anche in qualsiasi altra città del mondo, imprimendosi in maniera indelebile nella memoria dei passeggeri che transitano da qui, che difficilmente resisterebbero alla tentazione di immortalare fotograficamente la stazione.
Per maggiori informazioni:
www.to-experts.com/en/

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

13 − dodici =