Credito d’imposta per la partecipazione a fiere internazionali sia in Italia che all’estero, l’agevolazione per le PMI italiane riguarda le spese per l’affitto e allestimento degli spazi espositivi, attività pubblicitarie, promozione e comunicazione.
L’articolo 49 del DL n 34/19 riconosce un credito d’imposta per la partecipazione a fiere internazionali sia in Italia che all’estero. L’agevolazione per le PMI italiane riguarda le spese per l’affitto e allestimento degli spazi espositivi, attività pubblicitarie, promozione e comunicazione. Tutte le info in questa guida. Credito pari al 30% delle spese fino a max € 60.000.
L’articolo 49 del DL n 34/2019 riconosce alle PMI italiane un credito d’imposta per la partecipazione a fiere internazionali.
L’obiettivo questa agevolazione è quello di favorire l’internazionalizzazione delle imprese italiane.
Anche nell’epoca del web marketing e dei social network, la fiera rimane uno dei più importanti strumenti di promozione delle imprese industriali e commerciali. Questo soprattutto per le PMI, in quanto la fiera rappresenta un valido strumento di relazione e comunicazione.

Sono agevolate le fiere internazionali che si svolgono sia in Italia che all’estero. Il credito in commento presenta le seguenti caratteristiche:
Spetta alle PMI esistenti alla data dell’1.1.2019;
E’ riconosciuto per le spese di partecipazione a manifestazioni fieristiche internazionali di settore che si svolgono in Italia o all’estero. Il credito riguarda le spese per l’affitto e l’allestimento degli spazi espositivi, nonché per le attività pubblicitarie, di promozione e di comunicazione, connesse alla partecipazione;
E’ pari al 30% delle suddette spese, fino ad un massimo di € 60.000,00;
E’ riconosciuto fino all’esaurimento dell’importo massimo, pari a 5 milioni di euro per l’anno 2020, e nel rispetto del regime “de minimis”.
Per maggiori informazioni visita il sito fiscomania.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here