L’Expo 2020 (ufficialmente Expo 2020 Dubai, United Arab Emirates; è l’esposizione universale che avrebbe dovuto svolgersi, secondo il programma originale, a Dubai tra il 1º ottobre 2020 e il 31 marzo 2021 con un flusso stimato di 25 milioni di visitatori. A causa della Pandemia di COVID-19 del 2020 l’evento è stato posticipato di un anno e si terrà tra il 1º ottobre 2021 e il 31 marzo 2022. Il tema previsto per l’Esposizione è Connecting Minds, Creating the Future (collegare le menti, creare il futuro), strettamente connesso al nome arabo della città, al-Waṣl che significa “il collegamento”.

Rendering inaugurazione padiglione italiano © italyexpo 2020

Il Padiglione dell’Italia a Expo 2020 Dubai è un’architettura ideata per mettere in scena con creatività e innovazione “la bellezza che unisce le persone”. Il progetto è firmato da Carlo Ratti, Italo Rota, Matteo Gatto e F&M Ingegneria. “Il progetto di Ratti, Rota, Gatto e F&M”, dichiara Paolo Glisenti, Commissario Generale dell’Italia per Expo 2020 Dubai, “ci permette di realizzare uno spazio non solo espositivo ma rappresentativo del migliore ingegno italiano, offrendo una memorabile esperienza ai visitatori, facendo vedere al mondo competenze, talenti e ingegni multidisciplinari che possono diventare promotori di nuove opportunità formative, professionali e imprenditoriali.Il Padiglione Italia sarà realizzato con il contributo di aziende partner – grandi, medie e piccole – chiamate a fornire le migliori componenti costruttive, impiantistiche, tecnologiche e scenografiche, capaci di dimostrare le competenze più innovative impegnate oggi nella sostenibilità, nell’economia circolare, nell’architettura digitale”.

Rendering inaugurazione padiglione italiano © italyexpo 2020

Il Padiglione Italia sarà collocato tra le aree tematiche “Opportunità” e “Sostenibilità” nel sito di Expo 2020 Dubai in una posizione strategica anche dal punto di vista dei flussi di visitatori.
Si prevede un afflusso di oltre 28 mila visitatori al giorno nel padiglione italiano, oltre 5 milioni nei sei mesi dell’evento. La prossimità al parco, oltre a rappresentare un forte vantaggio in termini di attrattività, garantisce anche un’eccellente visione del padiglione, in quanto non vi sono strutture che ne ostacolano la visuale frontale e laterale.
ll Padiglione dell’Italia si troverà vicino a quelli di India, Germania, Arabia Saudita, Giappone e Stati Uniti.
(Tratto da: https://www.italyexpo2020.it/il-progetto-italia/padiglione-italia/)

Il Padiglione che rappresenterà l’Italia alla prossima Esposizione Universale prevista nel 2020 a Dubai sul tema “Connecting Minds, Creating the Future”, è un’architettura che mette in scena con creatività e innovazione la “bellezza che unisce le persone”, la bellezza italiana da sempre elemento di connessione tra popoli, talenti e ingegno, eredità culturale mediterranea e ponte verso il futuro.
Nel progetto architettonico, gli scafi di tre imbarcazioni italiane arrivate via mare saranno capovolti e innalzati uno accanto all’altro su alti pilastri, trasformandosi nella copertura del Padiglione. L’architettura celebra la storia di uomini e esploratori italiani che nei secoli hanno solcato mari e terre lontane, intessendo contatti e relazioni con tutto il mondo. Il Padiglione Italia racconta il viaggio nella bellezza del nostro Paese, frutto costante di contaminazioni, scambi e connessioni di conoscenze, ingegno, talento e arte. Al contempo, il riuso degli scafi capovolti si presenta come una scelta di sostenibilità che si riallaccia a una antica tradizione dei popoli di mare e pescatori d’Europa e del mondo.
Il Padiglione Italia occuperà una superficie di 3.500 metri quadri circa, sarà alto oltre 25 metri e collocato in un’area di grande visibilità all’interno del sito di Expo 2020 Dubai.
(Tratto da: https://www.fm-ingegneria.com/progetti/italian-pavilion-for-expo-dubai-2020-the-beauty-of-creativity/?lang=it)

Rendering inaugurazione padiglione italiano © italyexpo 2020 6-1600×1135

MACO TECHNOLOGY ha fornito la consulenza per la progettazione esecutiva e strutturale della copertura in ETFE del Padiglione Italia per Expo Dubai 2020.
l padiglione Italia per Expo Dubai 2020 è stato progettato dallo studio Carlo Ratti associati, Italo Rota e Matteo Gatto in collaborazione con F&M Ingegneria. Maco Technology ha fornito la propria consulenza per la progettazione strutturale ed esecutiva del tetto del padiglione composto da una serie di cuscini in ETFE di diverse forme e dimensioni. La complessità dell’opera deriva dalla forma libera e tridimensionale della sottostruttura a cui sarà agganciao l’involucro in ETFE. La superficie coperta sarà di circa 1600 metri quadrati e il comfort interno sarà garantito da un sistema a cuscini triplo layer con fattore solare G=0.2.

Luogo Dubai

Paese Emirati Arabi Uniti

CLIENT Commissariato Generale di Sezione dell’Italia per Expo 2020 Dubai

Anno2019 – in progress

SCOPE OF WORKS Progettazione Impiantistica, Direzione Lavori, Progettazione Strutturale, Coordinamento della Sicurezza, Prevenzione Incendi

CREDITS Carlo Ratti Associati, Italo Rota, Matteo Gatto e Associati (Architettura), F&M Ingegneria

italyexpo 2020 rendering esterno


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here